RSS

  • Fri, 19 Oct 2018 11:07:00 +0000: 5G, Qualcomm mette il turbo al WiFi con i chipset a 60 GHz - 01net
    Qualcomm

    Non si ferma l’evoluzione delle tecnologie di trasmissione dati wireless, nell’era del 5G, e Qualcomm è uno dei player trainanti. Arriva infatti da Qualcomm sul mercato la famiglia di chipset Wi-Fi da 60 GHz: QCA64x8 e QCA64x1.

    Si tratta di una soluzione in grado di offrire velocità di rete di oltre 10 gigabit al secondo (Gbps). Nonché una latenza equivalente a quella del cavo. Stabilendo, allo stesso tempo, un benchmark di mercato per quel che riguarda la bassa potenza, per prolungare la durata della batteria.

    QualcommSiamo all’alba della nuova era della connettività a banda larga sullo spettro mmWave, le onde millimetriche. Una piattaforma tecnologica che può potenziare applicazioni wireless quali lo streaming video ad altissima definizione, la realtà virtuale e aumentata. Oppure lo screen casting mobile e il backhaul del wireless mesh.

    E che può abilitare applicazioni del tutto nuove, basate sul rilevamento della presenza e della prossimità. Oppure il riconoscimento dei gesti e delle espressioni facciali, o la mappatura della casa e una precisa localizzazione.

    Qualcomm apre la strada al Wi-Fi a 60 GHz

    Qualcomm è la prima azienda ad arrivare sul mercato con una soluzione Wi-Fi da 60 GHz con ottimizzazione basata sulle specifiche 802.11ay.

    QualcommAbbiamo da poco salutato il passaggio dalle sigle criptiche a una più lineare definizione numerica per le versioni Wi-Fi. E ora ripiombiamo nei pattern alfanumerici dello standard 802.11. Il fatto è che l’802.11ay non è ancora uno standard certificato, ma una proposta di potenziamento degli standard wireless.

    La famiglia di soluzioni Qualcomm Wi-Fi 11ay a 60 GHz include una linea di chipset. I modelli QCA6438 e QCA6428, per l’infrastruttura e l’accesso wireless fisso. E i modelli QCA6421 e QCA6431, per le applicazioni mobili.

    Il Wi-Fi a 60 GHz è distinto dalle bande 2,4 e 5 GHz comunemente utilizzate nelle reti Wi-Fi. Basato sulle mmWave, è uno spettro a bassa interferenza, che offre una maggiore capacità wireless, velocità multi-gigabit e bassissima latenza. Queste caratteristiche rendono il Wi-Fi a 60 GHz ideale per un’ampia gamma di ecosistemi wireless. Tra questi: il backhaul mobile, aziendale e outdoor, e la smart home.

    Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Qualcomm, a questo indirizzo.

    L'articolo 5G, Qualcomm mette il turbo al WiFi con i chipset a 60 GHz è un contenuto originale di 01net.

  • Fri, 19 Oct 2018 10:01:44 +0000: Huawei Mate 20 e 20 Pro, l’intelligenza artificiale in mano - 01net
    Huawei Mate 20

    Svelata l’attesa serie Huawei Mate 20, l’apice dell’innovazione dell’azienda, con i device top di gamma. La nuova serie si articola in quattro modelli, tra edizioni standard e speciali, con dimensioni da 6,53”, 6,39” e 7,2”.

    I modelli sono: Mate 20, Mate 20 Pro, Mate 20 X e Porsche Design Huawei Mate 20 RS.

    Huawei Mate 20La serie Mate 20 è dotata del system on chip (SoC) più denso e potente di Huawei: il Kirin 980. Questo è realizzato con processo a 7nm e incorpora la CPU basata su Cortex-A76 e la GPU Mali-G76.

    La nuova serie Huawei Mate 20 viene fornita con il sistema operativo EMUI 9, basato su Android P e fortemente personalizzato.

    Le caratteristiche della serie Huawei Mate 20

    Il SoC racchiude ben 6,9 miliardi di transistor e ha una CPU del 75% più veloce rispetto al Kirin 970. La performance migliora anche negli altri componenti: la GPU è il 46% più veloce e la NPU addirittura del 226%. Allo stesso tempo, è aumentata anche l’efficienza di tutti i componenti.

    Huawei Mate 20Dal punto di vista dell’autonomia, Mate 20 Pro ospita una grande batteria ad alta densità da 4200 mAh. Inoltre supporta il SuperCharge 40W di Huawei. Il modello Mate 20 Pro supporta anche la ricarica wireless con il sistema Wireless Quick Charge 15W di Huawei. Supporta oltretutto il Wireless Reverse Charge, che consente di usarlo come un power bank per determinati dispositivi compatibili.

    Mate 20 Pro è il primo smartphone al mondo a supportare lo standard 4.5G LTE Cat.21. Questo consente, dove disponibile, di raggiungere velocità di download fino a 1,4 Gbps. Il top di gamma supporta anche la tecnologia di posizionamento GPS dual-band (L1 + L5).

    Il Matrix Camera System

    Il comparto fotografico parte, come fondamenta, da quello della serie P20, potenziandolo ulteriormente. Nel sistema composto da una tripla fotocamera Leica, la serie Mate 20 acquisisce un nuovo obiettivo ultra wide-angle. Questo prende idealmente il posto della lente monocromatica del P20 Pro. Il nuovo sistema fotografico supporta anche le fotografie macro fino a 2,5 cm di distanza.

    Il Mate 20 Pro è dotato di una fotocamera principale da 40 MP con lente grandangolare f/1.8. La seconda da 20 MP è una ultra wide-angle f/2.2. La terza da 8 MP è basata su una lente telephoto f/2.4. Combinati, i tre obiettivi offrono un’ampia gamma di lunghezze focali.

    La serie Mate 20 sfrutta poi, naturalmente, l’intelligenza artificiale per una serie di funzioni fotografiche. C’è ad esempio una modalità video AI Portrait Color, che evidenzia le persone presenti nell’inquadratura.

    Huawei Mate 20I modelli Mate 20 Pro e Porsche Design Mate 20 RS prevedono anche lo sblocco facciale 3D. I sensori che lo rendono possibile abilitano inoltre effetti di miglioramento dei ritratti. In più, prevedono anche il sensore di impronta digitale su schermo, per lo sblocco.

    Intelligenza artificiale e design

    EMUI 9.0, il sistema operativo della serie Huawei Mate 20, è basato su Android P e offre un ambiente customizzato e ottimizzato.

    Viene fatto un intenso uso di algoritmi di intelligenza artificiale e auto-apprendimento per un’allocazione efficiente delle risorse.

    Huawei Mate 20L’intelligenza artificiale viene sfruttata anche per offrire nuove funzioni, quali il riconoscimento degli oggetti e le calorie degli alimenti.

    Il Mate 20 ha un display da  6,53”, il Mate 20 Pro da 6,39” e il Mate 20 X da 7,2”. Per il Porsche Design Mate 20 RS, il design è ulteriormente rifinito con materiali di prima qualità ed elementi estetici “da corsa”.

    Huawei Mate 20Per quanto riguarda i prezzi, naturalmente essi sono da gamma ammiraglia.

    Il Mate 20 in configurazione 4 GB + 128 GB ha un prezzo di 799 euro mentre in configurazione da 6 GB + 128 GB di 849 euro. Il Mate 20 X in configurazione da 6 GB + 128 GB costa 899 euro.

    Il modello Huawei Mate 20 Pro in configurazione da 6 GB + 128 GB ha un prezzo di 1.049 euro.

    Infine, anche il Porsche Design Mate 20 RS prevede due configurazioni. Quella da 8 GB + 256 GB costa 1.695 euro; quella da 8 GB + 512 GB ben 2.095 euro. E saranno disponibili da novembre invece che da ottobre come gli altri modelli.

    Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Huawei, a questo indirizzo.

    Continua dunque la corsa a pieno ritmo di Huawei, che di recente ha sorpassato Apple nel mercato smartphone.

    L'articolo Huawei Mate 20 e 20 Pro, l’intelligenza artificiale in mano è un contenuto originale di 01net.

  • Fri, 19 Oct 2018 09:24:54 +0000: Ibm vara una piattaforma open per l’intelligenza artificiale - 01net

    Ibm ha presentato AI OpenScale, una nuova piattaforma per per superare gli ostacoli all’adozione dell’intelligenza artificiale.

    Nel presentare la piattaforma, Ibm fa riferimento al superamento delle perplessità rispetto al modo con cui le applicazioni di intelligenza artificiale rispondono ai quesiti, allo skill gap esistente in questo ambito e alle complessità legate all’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale creati da diverse aziende.

    La nuova piattaforma tecnologica di Ibm, allora, dovrà consentire alle aziende di gestire l’intelligenza artificiale in modo trasparente, indipendentemente dagli ambienti di sviluppo e di esecuzione delle applicazioni.

    In sostanza, non appena le applicazioni di intelligenza artificiale vanno in esecuzione, AI OpenScale sarà in grado di rilevare e correggere i bias presenti.

    Nell’ambito della piattaforma AI OpenScale Ibm introduce anche NeuNetS.

    Si tratta di un sistema di innovazione basato sulle reti neurali.

    Il principio su cui si basa è che l’intelligenza artificiale può generare se stessa, rendendo possibile la creazione di complesse reti neurali anche partendo da zero.

    Un recente studio svolto da Ibm intervistando 5.000 responsabili d’azienda di livello apicale, riporta che l’82 percento delle aziende sta valutando l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, mentre il 63 percento non possiede le capacità interne per gestire questa tecnologia con sicurezza. Inoltre, il 60 percento si ritiene ostacolato da perplessità rispetto a fiducia e conformità.

    In questo modo secondo la società sarà possibile colmare le lacune rispetto alle competenze di intelligenza artificiale e accelerarne la crescita.

    Secondo Davide Kenny, SVP IBM Cognitive Solutions il mercato crescerà solo se le aziende avranno fiducia nell’intelligenza artificiale e potranno scalare senza limitazioni di piattaforma IT utilizzata.

    Le finalità di AI OpenScale

    AI OpenScale sarà disponibile via Ibm Cloud e Ibm Cloud Private entro l’anno.

    Nelle intenzioni della società la piattaforma dovrà automatizzare la comprensione, mitigare i pregiudizi e fornire tracciabilità sull’intelligenza artificiale fornita dall’industria del tech in modo indipendente dal produttore.

    Dovrà far comprendere in che modo le applicazioni di intelligenza artificiale rispondono ai quesiti: la piattaforma spiega come vengono formulate le raccomandazioni di intelligenza artificiale con i termini usati quotidianamente in azienda.

    Indirizzare automaticamente i bias nelle applicazioni di intelligenza artificiale: AI OpenScale monitora continuamente le applicazioni di intelligenza artificiale e previene i bias attraverso una tecnologia “anti-pregiudizio” unica, potente e automatizzata.

    Permettere che le applicazioni di intelligenza artificiale siano verificabili: AI OpenScale registra ogni previsione, ogni versione del modello e tutti i dati di addestramento utilizzati, insieme a tutte le metriche per aiutare le aziende a essere conformi a normative come GDPR.

    Utilizzare l’intelligenza artificiale per costruire intelligenza artificiale: AI OpenScale affronta la scarsità di ingegneri esperti in intelligenza artificiale utilizzando l’intelligenza artificiale. Il Neural Network Synthesis Engine (NeuNetS) di IBM consentirà alle aziende di costruire reti neurali, essenziali per far girare le applicazioni di intelligenza artificiale, in modo rapido e automatico, anche partendo da zero. NeuNetS sarà inizialmente disponibile in AI OpenScale in versione beta.

    Gestire e scalare l’intelligenza artificiale in modo interoperabile: AI OpenScale può lavorare con qualsiasi modello di machine learning o deep learning open source, come Tensorflow, Scikitlearn, Keras e SparkML.

    Può inoltre gestire applicazioni e modelli addestrati e ospitati in qualsiasi ambiente comune, inclusi IBM Watson, IBM PowerAI, Seldon, AWS SageMaker, AzureML e altri motori non IBM.

    L'articolo Ibm vara una piattaforma open per l’intelligenza artificiale è un contenuto originale di 01net.

  • Fri, 19 Oct 2018 09:03:16 +0000: Dell UltraSharp 49, primo monitor curvo dual QHD da 49 pollici - 01net
    Dell UltraSharp 49 Curved Monitor (U4919DW)

    È senz’altro il più appariscente, quello da 49 pollici, ma non è l’unico monitor della nuova gamma Dell UltraSharp.

    Secondo Dell, c’è una crescente domanda per schermi di grandi dimensioni e per un migliore supporto per il multitasking. Per schermi ad alta risoluzione che aiutino a incrementare la produttività e siano anche visivamente gradevoli.

    Le risposte a queste esigenze il produttore le ha concretizzate nei nuovi monitor della gamma Dell UltraSharp. Display progettati per i professionisti nei settori dei servizi finanziari e assicurativi, trading floor, analisi e contabilità finanziaria. Così come per la post-produzione dei media, la programmazione e l’ingegneria.

    La nuova gamma Dell UltraSharp

    I monitor Dell UltraSharp 49 Curved, 32 4K USB-C e 34 Curved USB-C sono dotati di funzionalità avanzate. Il Picture-by-Picture consente di gestire contenuti in multi-tasking da due Pc diversi. L’opzione KVM integrata, tastiera, video e mouse, permette di commutare l’editing utilizzando tastiera e mouse singoli.

    Dell UltraSharp 49 Curved Monitor (U4919DW)La nuova linea di monitor UltraSharp offre inoltre la comoda connettività USB-C. Questa consente di ricaricare il laptop collegato in contemporanea alla la trasmissione di dati e segnali video. Il tutto con un unico cavo, per ridurre l’ingombro sulla scrivania e per una postazione di lavoro più ordinata.

    Tutti i monitor UltraSharp dispongono di supporti regolabili in altezza, inclinazione, rotazione e pivot. Inoltre di funzione ComfortView, che riduce l’emissione di luce blu per ottimizzare il comfort degli occhi. L’Easy Arrange del software Dell Display Manager organizza applicazioni multiple per un efficiente multi-tasking.

    Dell UltraSharp 49 Curved Monitor (U4919DW)

    Dell definisce questo modello come il primo monitor dual QHD curvo da 49 pollici al mondo. Presenta un aspect ratio ultra-wide da 32:9, per un’esperienza coinvolgente e votata alla massima produttività. Questo monitor può rappresentare una soluzione per la sostituzione di due monitor QHD da 27 pollici.

    Dell UltraSharp 49 Curved Monitor (U4919DW)L’ampio schermo ha una risoluzione di 5120×1440 e si basa sulla tecnologia IPS. Consente di visualizzare più contenuti così come i più piccoli dettagli, con colori uniformi su un ampio angolo di visione.

    Dell UltraSharp 32 4K USB-C Monitor (U3219Q)

    Dell UltraSharpSi tratta di un display con risoluzione Ultra HD 4K. Inoltre, è certificato VESA DisplayHDR 400 e supporta la riproduzione di contenuti HDR. Offre fino a 400 nit di luminosità e una profondità di colore di 1,07 miliardi di colori. L’InfinityEdge offre un’esperienza visiva “virtualmente” senza bordi.

    Dell UltraSharp 34 Curved USB-C Monitor (U3419W)

    Dell UltraSharpQuesto è un monitor USB-C curvo da 34 pollici, per il lavoro e per l’intrattenimento. Lo schermo curvo da 34 pollici è ultra-wide WQHD (3440×1440), con tecnologia IPS e proporzioni 21: 9. Due altoparlanti integrati da 9 W completano l’esperienza d’utilizzo.

    Dell UltraSharp 24 e 27 USB-C (U2419HC e U2719DC)

    I monitor Dell UltraSharp 24 e 27 USB-C presentano un profilo sottile e una base ridotta, per ottimizzare lo spazio sulla scrivania. Modelli ideali per gli spazi ridotti degli uffici moderni. La cornice InfinityEdge, praticamente senza bordi, offre un’esperienza di visualizzazione edge-to-edge, ideale per una configurazione multi-monitor.

    DellQuesti monitor sono disponibili in modelli da 24 pollici (FHD) e da 27 pollici (QHD). Sono inoltre dotati di due opzioni diverse di connettività, con e senza USB-C.

    Anche Dell ha dato un’anteprima della nuova gamma di monitor UltraSharp all’Adobe MAX. Come è avvenuto per l’introduzione della nuova gamma ZBook da parte di HP.

    Maggiori informazioni sul sito dell’azienda.

    L'articolo Dell UltraSharp 49, primo monitor curvo dual QHD da 49 pollici è un contenuto originale di 01net.

  • Fri, 19 Oct 2018 08:01:31 +0000: Nuovo Kindle Paperwhite, resiste all’acqua e contiene più libri - 01net
    Kindle Paperwhite di Amazon

    Il nuovo Kindle Paperwhite di Amazon si presenta con un design rinnovato. Non c’è alcuna rivoluzione in atto, come è comprensibile che sia. Ma è ora caratterizzato da uno schermo a filo che lo rende più elegante. E da un retro realizzato in un materiale morbido che agevola la presa.

    Si tratta inoltre, sottolinea Amazon, del Kindle Paperwhite più sottile e leggero. Misura 8,18 mm di spessore e pesa 182 grammi. La lettura diventa quindi ancora più piacevole e più comodo portarlo sempre con sé.

    Kindle Paperwhite di AmazonDal punto di vista funzionale, la novità forse più interessante è la resistenza all’acqua. Il nuovo Kindle Paperwhite, dichiara Amazon, è progettato per resistere agli spruzzi d’acqua sulla spiaggia. Così come a cadute accidentali nella vasca da bagno, nell’idromassaggio e in piscina. È dotato della certificazione IPX8 (come il top di gamma Kindle Oasis). Può resistere a un’immersione in acqua dolce fino a due metri di profondità, per un massimo di 60 minuti.

    Kindle Paperwhite: raddoppia lo spazio

    Con la nuova generazione del Kindle Paperwhite raddoppia inoltre lo spazio d’archiviazione disponibile. La versione base dispone ora di 8 GB, il doppio dell’archiviazione offerta dalla generazione precedente. E c’è la scelta della versione da 32 GB, per uno spazio d’archiviazione ancora più ampio.

    Kindle Paperwhite di AmazonLo schermo da 6 pollici ad alta risoluzione da 300 ppi offre una lettura simile a quella della carta stampata. Il Kindle Paperwhite dispone di cinque LED per la luce integrata regolabile, diffusa in modo uniforme.

    L’esperienza di lettura offre diverse opzioni di personalizzazione. La pagina home aggiornata rende più facile trovare nuovi libri da leggere. È inoltre possibile salvare diverse impostazioni di lettura, selezionando font, grassettatura e orientamento dei caratteri dal menu principale. Per poi passare rapidamente tra le varie impostazioni predefinite.

    Il nuovo Kindle Paperwhite ha un prezzo di 129,99 euro per il modello da 8 GB e di 159,99 euro per quello da 32 GB. I prezzi si riferiscono alla configurazione Con offerte speciali, e aumentano di 10 euro per quella Senza offerte speciali. Il modello da 32 GB è disponibile anche nella versione “Wi-Fi + 4G gratuito”, a 229,99 euro. Tutti i modelli sono già disponibili in pre-ordine, mentre le spedizioni avverranno a partire dal 7 novembre.

    Amazon Kindle PaperwhiteMaggiori informazioni sulla pagina del prodotto, a questo indirizzo.

    L'articolo Nuovo Kindle Paperwhite, resiste all’acqua e contiene più libri è un contenuto originale di 01net.